ravenna viso-in-aria

Questa edizione, più di altre, arriva in un momento delicato per la nostra comunità che, dopo il verdetto della Capitale Europea della Cultura 2019, necessita di un nuovo slancio per continuare il cammino tracciato da questi sette anni di lavoro sulla candidatura.
Grazie a questo percorso abbiamo imparato più che mai cosa vuol dire guardare nella stessa direzione e costruire insieme il futuro del nostro territorio; ciò che è stato avviato è ormai irreversibile e porta con sé un patrimonio in termini di idee e persone che ci hanno permesso di ridefinire l’identità di questa città e dei suoi cittadini alla luce dei mutamenti che stiamo vivendo e non solamente sulla base dell’eredità millenaria che ci contraddistingue.
Il teatro contemporaneo e la ricerca teatrale a Ravenna sono eccellenze consolidate e strumento fonda- mentale per ridefinire “chi siamo oggi”.
Ringrazio pertanto Teatro delle Albe, E-production e Cisim per il duro lavoro di questi anni e per le loro instancabili ed eterne visioni. Questa Amministrazione ha sempre creduto fermamente nella potenza del teatro ed ha messo a disposizione, in questi anni, spazi e risorse affinché i teatranti della città fossero messi nelle condizioni di assolvere alla loro funzione pubblica.
Ravenna Teatro/Teatro delle Albe, E-production, Lato Oscuro della Costa/Libra ci dimostrano ancora una volta quanto il lavoro in rete renda più forti i soggetti che si uniscono e permetta di condividere con noi visioni plurali, complesse, ispiratrici e rivoluzionarie.
Siamo inoltre in una fase delicata del Teatro italiano e nei prossimi mesi saremo nel pieno della riforma ministeriale che riorganizzerà l’intero settore dando un nuovo assetto alle stabilità teatrali e alle com- pagnie di ricerca e dovremo quindi vigilare perché gli investimenti e i frutti colti sino ad oggi vengano tutelati e rafforzati.
Vi auguro una buon stagione e per tutti noi un futuro VISIONARIO.
Ouidad Bakkali, Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Infanzia del Comune di Ravenna